Otto. Ristorazione e intrattenimento, ma come a casa

La storia di un locale che si è fatto brand, ed in poco tempo ha già conquistato i milanesi.

0
Otto

Nasce circa tre anni fa, Otto. Nella Chinatown milanese, in via Paolo Sarpi 8, appunto. Impossibile passare inosservato, anche per la mole di investimenti in pubblicità sui social. Otto rende subito chiaro al pubblico cosa vuole diventare per le persone…

Otto casaFamiliarità come parola d’ordine. A tal proposito, ecco il video realizzato per il secondo anniversario del locale…

Attivo su tutti i principali social (Facebook, Instagram e Facebook), Otto conta complessivamente oltre 60.000 tra fan e followers. Già questo fa capire l’importanza attribuita alla comunicazione.

Far sentire i clienti come a casa. Una bella sfida da vincere. Otto si impegna nel suo scopo, cercando di diventare un posto in cui…

Cosa fare da OttoNon quindi il classico bar in cui bere un cocktail con gli amici in un posto “in”. Ma un luogo fatto di eventi. Dai cortometraggi sull’amore, in collaborazione con Milano Film Festival, ai concerti di PianoCity Milano. Questo passando per il più impegnato tema ISIS, e senza tralasciare gli incontri proposti in partnership con Informant, Pagina99 e SPEY Wisky dal titolo “Il potere del porno”, in cui si è trattato il tema del porno parlando di moralità, e di come questo scottante argomento viene sentito nelle varie culture.

Otto è un posto in cui non solo incontrare, ma anche vedere. All’ingresso del locale, infatti, ogni mese viene proposto il lavoro di un artista diverso (e ogni artista viene nominato dal precedente). Ottima la propensione allo humour che Otto dimostra di avere: per un periodo è stato esposto About Town, di Vincenzo Castella. Il sottotitolo dell’opera? Leggi tu stesso.

Otto quadroDare la possibilità ad artisti, locali e non, di condividere le proprie “creature” è un’iniziativa assolutamente lodevole, oltre che valida, a maggior ragione in una città così creativa come Milano. Tornando ad affrontare il tema video, Otto si è anche avvalso della collaborazione de Il terzo segreto di satira, di cui i lavori più conosciuti sono i video di satira politica (ve li consiglio, sono superbi!).

Tutte queste iniziative, questa vivacità, la creatività che sta dietro al progetto di Otto raggiunge la sua massima espressione sui social, in particolare Facebook. Il risalto della cucina di Otto e dei suoi cocktail (guarda la galleria a fine articolo), l’arredamento spartano ed essenziale, ma allo stesso tempo originale e luminoso fa di questo locale un posto tutto da vivere, di giorno e di notte.

C’è poi l’idea “Otto People”, che nasce con uno scopo ben preciso: mettere al centro le persone (la base del vero e sano marketing moderno). Otto pubblica regolarmente dei collage contenenti scatti fatti ai visitatori, immortalati volontariamente, facendo sentire gli stessi importanti, come parte di un progetto di cui sono loro i protagonisti principali.

Otto è oggi un centro di aggregazione, un luogo di cultura, di scoperta. Un posto in cui stare in compagnia, ma anche da soli, per studio o lavoro. Otto colpisce per la voglia di vivere e condividere che trasmette, e che è bravo a comunicare con tutti gli strumenti che ha a disposizione, online e dal vivo.

Questo è Otto: tra ristorazione ed intrattenimento, stando a casa essendo fuori casa. Insomma, un posto con una marcia in più.

Sei stato da Otto, cosa ne pensi? Condividi la tua esperienza con i lettori di Cibarsidimarketing.   

Otto cibo 

Otto piantaOtto gingerOtto cocktailOtto arredamento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here