Inserzioni Facebook “Metti in evidenza un post”

Ecco una breve guida che vi sarà d’aiuto nella creazione di una campagna di messa in evidenza di un post.

0
Inserzini metti in evidenza un post

Parliamo oggi di pubblicità, e precisamente delle campagne che hanno come obiettivo l’aumento della visibilità e dell’interazione con un singolo post. Queste campagne, seppur limitate sotto diversi aspetti, permettono di raggiungere un certo tipo di target, ottenendo un maggiore coinvolgimento degli utenti.

Sono campagne semplici, ed è possibile attivarle semplicemente cliccando sul tasto presente accanto all’indicatore di copertura di un post. Pochi minuti e il gioco è fatto. Basta scegliere pubblico, budget, e durata dell’inserzione.

Pubblico

E’ sicuramente la scelta più importante, in quanto stabilisce chi vedrà il post sponsorizzato. Attualmente si può scegliere tra persone:

  1. selezionabili mediante la targetizzazione
  2. a cui piace la pagina del locale
  3. a cui piace la pagina aziendale e i loro amici.

L’offerta di alternative è più strutturata se all’interno del post vi è un link. In quel caso, oltre all’opzione che permette di raggiungere più persone, ottenere mi piace, commenti e condivisioni, vi sono altri due scopi perseguibili: aumentare le visite al sito web e aumentare la probabilità di essere contattati dagli utenti, ossia di ricevere un messaggio.

Obiettivi inserzione FacebookNel caso di un pubblico targetizzato, sarà necessario indicare: genere, età e luogo da “colpire” con l’inserzione. Si potrà infine creare un pubblico ancor più definito, inserendo dei filtri sulla base di dati demografici, interessi e comportamenti del pubblico target.

Insomma, diverse opzioni per differenti obiettivi di marketing. Elemento a favore di queste pubblicità, perché permette di consegnare un certo messaggio solo a coloro che potrebbero più probabilmente esserne interessati.

Ad esempio se un inserzionista sceglie l’opzione che permette di aumentare le visite al sito web, Facebook mostrerà il messaggio alle persone che normalmente mostrano una maggiore propensione a cliccare sui link che portano ad altri siti web (dunque al di fuori di Facebook). Stesso discorso vale laddove il ristoratore voglia ricevere più messaggi nella propria casella di posta.

Vi sono poi dei pulsanti opzionali inseribili: acquista ora, prenota subito, scopri di più, iscriviti, invia un messaggio. Anche tali bottoni vanno scelti coerentemente con gli scopi dell’inserzione in modo da favorirne una maggiore efficacia.

In questo momento storico, in cui la visibilità organica dei post è sempre più bassa (ovvero sempre meno persone vengono raggiunte dai post delle aziende), la messa in evidenza dei contenuti può essere lo strumento giusto. Obiettivo principale di queste inserzioni dovrebbe essere principalmente proprio quello di arrivare nei newsfeed di chi è già fan dell’attività, generando su di loro un’azione di ricordo che possa eventualmente sfociare nel desiderio di tornare prossimamente presso quel ristorante o locale.

Per gli altri utenti possono essere più efficacemente utilizzate inserzioni e campagne ad hoc, per cui definire un pubblico in base a dati demografici, interessi e comportamenti. In realtà non escludo che possa essere utile ad esempio far “respirare l’aria di casa” ai non fan. Penso ad esempio a delle sponsorizzazioni indirizzate, tra gli altri, agli amici dei fan della pagina.

Questo tipo di ad potrebbe essere sfruttata al fine per far sapere ad alcuni che persone simili a loro apprezzano un certo posto. Così si può creare curiosità, oltre a ingenerare conversazione attorno al brand, e chi ha visto il post chiederà ai suoi amici cosa ne pensano di quel locale apparso su Facebook e che dalle immagini sembra fare dei cocktal davvero buoni.

Budget e durata della sponsorizzazione

Dopo aver stabilito i destinatari dell’azione di marketing, sarà necessario indicare l’importo da voler spendere e per quanti giorni si vuole il post venga visualizzato dai potenziali utenti.

Metti in evidenza il post budgetSi parte da un euro al giorno. Come si può vedere dall’immagine qui sopra, con un’offerta anche molto bassa si possono raggiungere centinaia di persone. La stima del pubblico raggiungibile può presentare una forbice molto ampia, e l’effettiva visibilità dell’inserzione dipenderà da fattori non controllabili da chi promuove un post. Fattori per lo più legati all’efficacia del contenuto, ossia da quanto interesse e coinvolgimento lo stesso potrà suscitare sul pubblico.

Durante la creazione dell’inserzione si potrà anche visualizzare l’anteprima della stessa, per la sezione notizie dei computer e per quella mobile.

Conclusioni

Possibilità, ma anche limiti delle campagne “Metti in evidenza un post”. Non la scelta migliore se l’obiettivo è quello di aumentare i fan della pagina. In quel caso lo strumento gestione inserzioni, con le sue opzioni di targetizzazione e le funzionalità che permettono di gestire in vario modo la sponsorizzazione delle offerte, è indubbiamente più completo, e quindi da preferire.

Tu come promuovi la tua attività su Facebook? Usi la messa in evidenza dei post e se si con quali obiettivi? Sono curioso di sapere la tua strategia in tema di sponsorizzazioni 😉

Alla prossima da Cibarsidimarketing.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here