Gli articoli del 2017 di Cibarsidimarketing

Un riepilogo dei principali contenuti pubblicati in questi primi nove mesi di Cibarsidimarketing.

0
Best of 2017 Cibarsidimarketing

E’ proprio vero, il tempo vola. Era inizio marzo quando ho avviato questo blog. Da allora quasi quaranta articoli, in pratica uno a settimana. Ed eccomi qui, oggi, per scrivere un post che forse potrà aiutarti ad individuare i contenuti più letti e quelli, secondo me, di maggior rilievo tra tutti gli articoli pubblicati.

Perché ogni ristoratore ha esigenze diverse, anche in base alla specificità della sua attività, ai risultati già raggiunti, e alle “mancanze” che si possono avere nella gestione del business. Passiamo ora in rassegna i principali contenuti.

Il blog ha aperto i battenti con Gestire un’attività ristorativa (nel 2017), in cui ho indicato alcuni dei più importanti trend che avrebbero caratterizzato quest’annata. Mi riferisco in particolare ai contenuti digitali che hanno tenuto più attaccati agli schermi di pc e smartphone gli italiani: live, video e “storie”. Ma non basta. In questo articolo ho indicato le caratteristiche del buon ristoratore, e l’importanza di saper gestire i cambiamenti che governano il settore.

A proposito di buone prassi: nel pezzo ho fornito dei consigli da seguire per poter spiccare nella massa e diventare – realmente – ristoratori vincenti: dal prodotto, al marketing, all’ambientazione, all’attenzione al cliente. In tutto questo, le capacità imprenditoriali sono il collante e il punto di partenza per ottenere un risultato all’altezza delle aspettative.

Mi sono soffermato sui social – Facebook innanzitutto – concentrandomi sulla comunicazione con i fan, ossia sul perché e sul come bisogna interfacciarsi con gli utenti online. Si è parlato delle modalità strategiche ed operative per essere presenti sul social di Zuckerberg, considerando anche aspetti importanti come quelli relativi alle competenze necessarie per operare sui canali digitali e alla probabile necessità di esternalizzarne la gestione per ottenere risultati degni di nota.  

Tema molto importante è stato quello relativo ai contenuti. Ho cercato di dare delle dritte su cosa condividere su Facebook, scrivendo dei diversi tipi di contenuti che gli utilizzatori di questo social dimostrano di apprezzare con riferimento ad un’attività food. Nell’articolo intitolato  ho elencato, oltre ai tipi di post che potrebbe essere utile condividere, anche quelli da promuovere.

Al tema investimenti in pubblicità ho dedicato anche un altro articolo, in qui ho spiegato quali sono i canali principali con cui promuoversi (Facebook e Google), e le peculiarità degli stessi.

Argomento che sicuramente ha riscosso molto successo è stato lo storytelling nella ristorazioneRaccontarsi è infatti un’arma potente per emozionare i fan e dargli quello stimolo in più per legarsi al brand ristorativo, creando un vantaggio competitivo nel lungo periodo. Ho fatto anche qualche esempio, così da rendere il più possibile chiaro il concetto, ormai molto sfruttato dai brand in qualsiasi campo.

Ho realizzato interviste a ristoratori che si sono distinti per la loro originalità, passione e creatività. In particolare vi consiglio di leggere la storia di Pescaria, fast food di pesce ed esempio di innovazione mista a tradizione, che ha fatto della comunicazione e del marketing gli strumenti essenziali per crescere ed espandersi in tempi davvero brevi.

A proposito di esempi da seguire, ho voluto creare una lista di ristoratori “social”. Modelli nella gestione del social per antonomasia – Facebook – che riescono a trasmettere al meglio i loro punti di forza, coinvolgendo tante persone e avvicinandole al brand.

Ho realizzato una guida per i ristoratori. Un post in cui trovare dei punti di riferimento per tenersi sempre aggiornati sui temi di ristorazione e web, indicando inoltre eventi ed esperti da seguire in un settore che corre e cambia giorno dopo giorno. Per finire, qualche idea per l’evoluzione dei menù nel 2018, per chi un’attività ce l’ha già, e per chi sta pensando proprio ora di buttarsi nel fantastico mondo della ristorazione.

Tra questi, c’è qualche articolo che hai ritenuto particolarmente utile? Fammelo sapere nei commenti.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here